13 luglio 2017

Come far uscire il Mercurio dal corpo in 8 settimane

Il mercurio è un metallo pesante tossico a qualunque concentrazione e nonostante ciò lo assumiamo continuamente. Esistono degli efficaci rimedi naturali per espellere il mercurio dall’organismo.

Dove si trova il mercurio
i pesci di grossa taglia (tonno e pesce spada in particolare)
amalgame dentali che milioni di persone hanno in bocca per aver curato una carie
alcuni farmaci (pomate antipsoriasi)
rottura dei termometri e delle lampadine a risparmio energetico

Non esiste una concentrazione minima di mercurio che il corpo tollera: quando viene ingerito si accumula nei tessuti e specialmente nel cervello in cui trova molta affinità e impedisce le reazioni biochimiche essenziali sostituendosi ai minerali.
Sintomi della presenza di mercurio nel corpo

Alcuni effetti che si manifestano a causa della presenza del mercurio nel corpo sono:
schizofrenia
anemia
anoressia
colite
depressione
dermatite
instabilità emotiva
mal di testa, cefalea ed emicrania
calo dell’udito
ipertensione
mancanza di concentrazione
deficit della memoria
sapore metallico
tremori
I pericoli del mercurio

I metalli pesanti possono depositarsi nei tessuti e rimanerci per sempre causando nel tempo malattie gravi e diventando anche il focolaio per mutazioni genetiche come avvengono nel caso dell’insorgere del cancro. Queste informazioni quindi sono preziose e possono prevenire e risolvere molti disturbi associati alla presenza di questi metalli tossici nel corpo.

Il Dott. Montanari in Italia sta facendo un grande lavoro di informazione sui pericoli di queste particelle che ormai stanno inquinando ogni cosa. Il Dott. Gerardo Rossi che analizza e tratta l’intossicazione di metalli pesanti nel corpo tramite il mineralogramma, sta scoprendo cifre esorbitanti di persone che ne hanno livelli oltre la norma e dopo che vengono rimossi riacquistano completamente la salute. Purtroppo la classe medica ordinaria non è al corrente di questo nuovo fenomeno che è diventato sempre più grave nell’ultimo decennio.
Come rimuovere il mercurio dal corpo

Fragole. Mike Adams negli Stati Uniti ha condotto delle ricerche attraverso il suo Natural News Forensic Food Lab per scoprire quali cibi avessero la proprietà di legarsi col mercurio per eliminarlo dall’organismo. I risultati hanno mostrato che il frutto che riesce a farlo meglio sono le fragole: esse hanno un particolare tipo di fibra per cui il mercurio ci si attacca completamente. Il mercurio così intrappolato viene espulso con la fibra attraverso le feci. I risultati hanno mostrato che le fragole sono state in grado di legare il 95% del mercurio presente. La ragione principale è perché le fragole sono l’unico frutta con i semi all’esterno che sono collegati attraverso delle fibre sottilissime al centro della fragola. Queste fibre si attaccano al mercurio e risultano completamente indigeribili per l’organismo diventando quindi il veicolo ottimale per guidare fuori dal corpo il mercurio.

Burro di arachidi. Mike Adams è andato avanti nella sua ricerca per eliminare il mercurio dal corpo e ha testato più di 1000 cibi, scoprendo che un altro ottimo alimento per chelare il mercurio è proprio il gustoso burro di arachidi. Dal suo studio è emerso che riesce a legare addirittura il 96% del mercurio presente in un simulatore di apparato digerente umano.

Proteine della canapa. Ci sono in commercio molti integratori di proteine soprattutto per i vegani, e alcuni sono costituiti dalle proteine della canapa che è un cibo ricchissimo di amminoacidi. Dallo studio le proteine della canapa sono riuscite a legare il 98% del mercurio presente.

Clorella. Questa alga è il più famoso rimedio per i metalli pesanti conosciuto e proprio per questo bisogna sempre controllare bene la provenienza per evitare di intossicarsi (dato che lega i metalli pesanti con cui viene a contatto) anziché disintossicarsi! La clorella è stata anche testata da Mike Adams ed è risultato che riesce ad intrappolare ed espellere dal corpo fino al 99% di mercurio.


Coriandolo. Il coriandolo ha una proprietà unica che tutti gli altri cibi non hanno e per avere un reale effetto disintossicante dal mercurio è fondamentale abbinare questa erba: il coriandolo riesce a “mobilitare il mercurio tanto nelle ossa che nel sistema nervoso centrale. È probabilmente l’unico agente efficace nel mobilitare il mercurio immagazzinato nello spazio intracellulare (allegato al mitocondri, tubulina, liposomi ecc) e nel nucleo della cellula (invertendo il danno al DNA di mercurio).” come afferma Dietrich Klinghardt, MD, PhD. Una volta che il mercurio è stato attratto fuori dalla cellula grazie al coriandolo esso può essere intrappolato in parte dal coriandolo stesso ma quello che viene rilasciato nel tratto digerente deve essere assorbito dalle sostanze menzionate sopra: clorella, proteine della canapa, burro di arachidi e fragole.

Una cura per espellere il mercurio dura 2 mesi e il Dott. Dietrich l’ha così strutturata:
2 compresse di Clorella 30 minuti prima di ogni pasto
20 gocce di tintura di coriandolo appena prima di iniziare ogni pasto pasto

Vanno consumati molti grassi (soprattutto omega 3, saturi e insaturi) per impedire la ri-assimilazione dei grassi pieni di metalli e per rigenerare il tessuto cerebrale (è costituito per 60-80% da acidi grassi) e bere molta acqua lontano dai pasti.

Ecco la tabella della cura clorella-coriandolo:

SETTIMANA 1

COLAZIONE

prendere 2 compresse di clorella 30 minuti prima di far colazione

poco prima di iniziare a mangiare prendere 20 gocce di tintura coriandolo diluite in mezzo bicchiere d’acqua (chi ha le amalgame beva con la cannuccia)

PRANZO

prendere 2 compresse di clorella 30 minuti prima di pranzo

poco prima di iniziare a mangiare prendere 20 gocce di tintura coriandolo diluite in mezzo bicchiere d’acqua (chi ha le amalgame beva con la cannuccia)

CENA

prendere 2 compresse di clorella 30 minuti prima di cena

poco prima di iniziare a mangiare prendere 20 gocce di tintura coriandolo diluite in mezzo bicchiere d’acqua (chi ha le amalgame beva con la cannuccia)

SETTIMANA 2

Prendere 2 compresse di clorella 3 volte al giorno 30 minuti prima di colazione pranzo e cena

Non assumere il coriandolo in questa settimana

SETTIMANA 3

Come la SETTIMANA 1.

SETTIMANA 4

Come la SETTIMANA 2.

SETTIMANA 5

Come la SETTIMANA 1. Aumentare a 40 gocce di coriandolo a volta.

SETTIMANA 6

Come la SETTIMANA 2.

SETTIMANA 7

Come la SETTIMANA 1.

SETTIMANA 8

Come la SETTIMANA 2.

Nota. Chi ha le amalgame in bocca è consigliato prima rimuoverle tutte come descritto in Cosa fare per togliere l’amalgama – La lista dei dentisti con rimozione protetta

2 commenti:

Paolo ha detto...

Al posto della CLORELLA si può assumere la ZEOLITE in polvere, ciò che sto facendo in questi giorni. Non credo sia meno efficace della clorella...anzi.

Anonimo ha detto...

Dentisti brutta razza.... Vi consiglio di leggere il dr price uno dei pochi dentisti onesti vissuti... Insabbiato dalla propria categoria non a caso. ....quelli che dicevano il mercurio non fa niente in bocca.... Criminali...

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!